Chi siamo - GAU Gruppo Azione Umanitaria

Vai ai contenuti

Menu principale:

Associazione
L’ Associazione GAU Gruppo di Azione Umanitaria è stata fondata nel 1977 (quindi nel 2017 compierà 40 anni) con lo scopo di dare una mano a chiunque sia in stato di necessità.
Nel corso degli anni l’ Associazione si è sviluppata principalmente in tre settori:

1- In convenzione con l’ ASUITs (Azienda Sanitaria Universitaria Integrata di Trieste), accompagnamento e trasporto di persone con disabilità fisica (momentanea o permanente) o psichica (malati di Alzheimer), agli ospedali, ambulatori, sedute fisioterapiche, ecc. Questo servizio viene giornalmente espletato con quattro automezzi, uno dei quali dotato di sollevatore per le due sedia a rotelle in dotazione. Nel corso del 2015 tali trasporti sono stati più di 6000.

2- Distribuzione di generi alimentari ai bisognosi muniti di certificato ISEE. Il Banco Alimentare ci fornisce mensilmente una certa quantità di viveri di prima necessità, che noi integriamo acquistando di volta in volta a seconda delle ns. disponibilità finanziarie e dei prezzi di mercato. La distribuzione avviene due volte al mese ed è ampiamente integrata anche da articoli di abbigliamento, casalinghi, coperte e quant’altro il passaparola ci permette di raccogliere, andando noi stessi a ritirarli a domicilio delle persone che ce li affidano. Nel corso del 2015 abbiamo distribuito più di 2800 borse di spesa.

3- Da una decina di anni si è formato il gruppo dei clown dottori denominato “La Compagnia dell’Arpa a Dieci Corde” che opera in convenzione con l’ospedale pediatrico Burlo Garofalo di Trieste, l’ASUITs e l’ospedale Santa Maria degli Angeli di Pordenone. L’Associazione è cofondatore della Federazione Nazionale Clown Dottori FNC.

Inoltre in convenzione con AREA SERVIZI E POLITICHE SOCIALI - Servizio Sociale Comunale di Trieste organizziamo delle gite. Le iniziative sono destinate con particolare attenzione agli anziani a rischio di isolamento, con una rete relazionale fragile, con limitata disponibilità economica, e sono volte a raggiungere i seguenti obiettivi:
mantenere l’anziano socialmente attivo, favorendo delle attività capaci di rispondere al bisogno di relazionalità, caratterizzate da un forte contenuto sociale;
sostenere la partecipazione ed il legame dell’anziano con la sua città;
favorire l’integrazione degli anziani in carico ai servizi sociali e sociosanitari con gli altri anziani della città.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu