Regolamento - GAU Gruppo Azione Umanitaria

Vai ai contenuti

Menu principale:


Regolamento dell'Associazione G.A.U. - Gruppo Azione Umanitaria


Art. 1. Definizione e finalità del Regolamento
Il presente Regolamento disciplina l’assetto organizzativo e lo svolgimento delle attività dell’Associazione GAU.
Il presente Regolamento sostituisce il Regolamento approvato dall’Assemblea dei Soci il 22.09.1983.
Tutti i volontari sono tenuti alla conoscenza, alla comprensione del Regolamento e si impegnano ad applicarlo.

Art. 2. Finalità
L’Associazione GAU non ha scopo di lucro ed ha finalità di volontariato (spirito di servizio, gratuità, solidarietà, disponibilità, promozione sociale), finalità culturale, ricreativa ed in particolare persegue, in ogni maniera possibile, gli scopi descritti all’art.3 dello Statuto. E’ esclusa la collaborazione di chi intende trarre dal servizio, vantaggi personali o di lucro.

Art. 3
Ogni aderente verserà una quota per la tessera d’iscrizione, nonché una quota mensile stabilita dal Direttivo, come previsto dall’art. 7 dello Statuto, e ratificata, quindi, dall’Assemblea.
Ogni iscritto può aderire ad altre Associazioni, purchè non in contrasto con gli scopi del GAU.
Possono aderire al GAU le persone che abbiano compiuto il diciottesimo anno di età. Salvo deroghe motivate.

Art. 4
Le caratteristiche dell’iscritto sono: disponibilità, correttezza e discrezione nei rapporti con l’utenza e con gli altri associati.

Art. 5
Ogni aspirante socio deve presentare domanda scritta all’Associazione e superare un colloquio motivazionale con un incaricato adibito a tale compito previa compilazione di un questionario predisposto a seconda del tipo di attività.
In attuazione alle normative vigenti, il questionario è conservato in luogo chiuso.

Art. 6
Ogni aspirante socio è tenuto a partecipare ad un ciclo preparatorio all’uopo predisposto, relativamente al tipo di attività scelta.
La collaborazione al GAU si articola come segue:
- attività esterna (accompagnamento e trasporti)
- attività interna in sede (distribuzione generi alimentari e vestiario)
- attività di clownterapia e di animazione clown della “Compagnia dell’arpa a dieci corde”
La presenza alle suddette attività deve essere garantita sulla base delle tabelle di disponibilità appositamente predisposte. Ogni socio è tenuto quindi a segnalare adesioni e disponibilità alle varie attività.

Art. 7
Nei successivi tre mesi l’aspirante socio viene assegnato ad un socio operante nelle varie attività; alla scadenza trimestrale il socio referente presenta una relazione valutativa.
Il Direttivo decide, in base alla relazione e ad altri dati in suo possesso, se iscrivere o meno l’aspirante socio all’Associazione. In caso affermativo al nuovo socio viene rilasciata la tessere sociale. Durante il periodo di prova l’aspirante socio non è tenuto a versare quote associative; può partecipare alle assemblee, ma non ha potere deliberante.

Art. 8 Gruppi aggregati
L’Associazione GAU può costituire filiali al di fuori della Provincia di Trieste, sempre subordinatamente all’approvazione del Consiglio Direttivo dell’Associazione stessa.
Ogni filiale viene costituita attraverso la condivisione delle esperienze formative e delle attività proposte dall’Associazione GAU.
Per ogni filiale il Direttivo nomina un coordinatore che deve garantire il rispetto delle regole, la continuità delle attività, la cura e la pulizia dei locali, ove ci sia una struttura, nonché la conservazione del materiale e dei beni in essa contenuti. Provvedere a fare una relazione finanziaria che concorre al bilancio del GAU e una relazione morale alla fine di ogni anno.
Almeno una volta all’anno si svolge un incontro tra coordinatori dei gruppi aggregati e Consiglio Direttivo GAU per programmazione e verifica.

Art. 9 I coordinatori
Ogni attività viene coordinata da responsabili nominati dal Direttivo e durano in carica per il tempo del Direttivo stesso.
Viene nominato inoltre un coordinatore per la gestione degli automezzi.

Art. 9.1
All’interno di ogni singola attività:
il Coordinatore è responsabile della parte operativa e tecnica; coordina e organizza le attività tenendo conto delle finalità, degli obiettivi e priorità stabilite nel presente Regolamento, nello Statuto e nel piano annuale redatto dal Direttivo sulla base delle risultanze dell’Assemblea dei soci.
Il Coordinatore può nominare dei collaboratori che lo coadiuvano nei vari impegni.
Tiene il collegamento tra il Consiglio Direttivo GAU e i soci.
Valuta le assenze dei soci a salvaguardia della qualità del servizio. A tale scopo predispone strumenti di supporto, verifica e valutazione.
Si incontra periodicamente con il Consiglio Direttivo GAU per relazionare sulla attività che coordina.
Sentito il Direttivo, cura il progetto formativo per i soci, sia per l’accesso all’Associazione che per le necessità di formazione permanente.

Art. 10
Il socio adibito alla guida del veicolo deve usare la massima diligenza; segnalare eventuali danni, controllare lo stato del veicolo.

Art.11
L’apparecchio telefonico ed ogni altra strumentazione va usata per motivo di servizio.

Art. 12
Essendo quello del GAU un servizio di estrema delicatezza, alcune norme non rispettate comporteranno l’espulsione dall’Associazione. Tale provvedimento, dopo attento esame da parte del Direttivo, verrà attuato nei seguenti casi:
- quando si intende trarre vantaggi personali e di lucro;
- quando si tiene un comportamento scorretto nei riguardi dell’utenza;
- quando si tiene in seno all’Associazione un comportamento tale da incidere sull’armonia e la compattezza dell’Associazione stessa;
- quando si divulgano dati e particolari riguardanti l’utenza, l’attività e le persone del GAU;
- quando si accumulano assenze ingiustificate.
Venendo a conoscenza di irregolarità commesse da un socio si ha il dovere di renderne edotto il Presidente, in caso contrario si è ritenuti corresponsabili.

Art.13
Per tutto quanto non espressamente contemplato nel presente Regolamento, si fa rinvio allo Statuto del GAU. Ogni iniziativa dovrà essere portata a conoscenza del Direttivo che ne curerà le modalità di sviluppo con gli strumenti e le persone di cui dispone.

Il presente Regolamento è stato approvato dall’Assemblea dei soci dell’Associazione GAU il 13 aprile 2008 ed entra in vigore il giorno successivo.

Il Presidente
Elide Furlan
 
Torna ai contenuti | Torna al menu